Una novità..di altri tempi

Come seconda uscita di questo blog ho pensato di soddisfare una mia curiosità.

Sono anni che, da Lindy hopper come lo siete voi, vedo comparire sulle locandine, insieme ad altri personaggi che richiamano alla scena americana degli anni ’20, ’30,’40 0 ’50, questa coppia di ballerini:

In realtà avevo già fatto la loro conoscenza durante una vacanza a New York, nel 1998 dove in un mercatino delle pulci (quelli americani sono fantastici per chi ama il vintage) avevo comperato un numero della rivista LIFE, esattamente questo:

E’ da questo numero di questa rivista che intendo partire alla ricerca dei ballerini perduti.

LIFE pubblica nel 1943 un servizio sul Lindy Hop, e lo commissiona ad uno dei suoi fotografi più innovativi: Gjon Mili, che sarà anche l’autore, più avanti, del bellissimo filmato “Jammin’ the Blues”.

Gjon decide di usare una sua tecnica basata sull’uso di luci stroboscopiche (ad intermittenza, come quelle che usano nelle discoteche quando vogliono creare un effetto di “fermo immagine”) in modo da fissare i principali passi sulla pellicola, e dice: ballate!

Questo è il risultato:

La coppia in questione (questo lo leggo direttamente sulla rivista) sono due ragazzi di 17 anni: Kaye Popp e Stanley Catron, sono già due bravi ballerini di Lindy che partecipano ad alcune commedie di Broadway, la strada dei teatri di New York.

Dove entra in gioco la mia curiosità?

Io volevo vedere come ballavano, sarà pure esistita una pellicola con loro che ballano. Provo su YouTube con i loro nomi. Niente. No, in realtà qualcosa c’era ma lo vedremo dopo.

Continuando la ricerca trovo il titolo di un film (credo su IMDB o MyMovies) dove sono accreditati come ballerini, il film si chiama song of the open road.

Non è esattamente un capolavoro del cinema, si tratta di un film di genere adolescenziale, un po’ Muccino ma senza incasinamenti e purgato da eventuali malizie (vigeva ancora il codice Hays di censura), innamoramenti e via dicendo.

Scarico l’unico Torrent disponibile, non prima di essere incappato nella solita pletora di fake movies (solitamente pornografici) cioè quei Torrent dove dietro ad un titolo di film si cela ben altro, provate con Biancaneve e i sette nani se non ci credete…

La breve clip che vi presento è ricavata dal film, la qualità tecnica lascia a desiderare per l’età del film, e dubito che in futuro la cineteca di Bologna avvierà un operazione di restauro a meno che questo articolo…

Ecco la clip, io l’ho tagliata “abbondante” nel senso che ci ho messo tutta la scena e loro ballano verso la metà, ma godetevela, prendetevi il vostro tempo:

Si può notare che il loro stile principale è basato sullo Shag, si tratta di due ballerini piuttosto dinamici con anche delle belle intuizioni, magari si potrebbero copiare dei passi e provare a farli assieme.

Un particolare: Kaye indossa, a mio parere, lo stesso vestito usato per il servizio fotografico di LIFE. 

Non finisce qui, nel numero di LIFE successivo vengono pubblicate un paio di lettere di soldati che, evidentemente ingrifati dalle fattezze di Kaye, si lanciano in inni elegiaci in sua direzione. Sono convinto che siano arrivate alla redazione anche corrispondenze più esplicite ma la morale dell’epoca non credo ne consentisse la pubblicazione:

Come dicevo precedentemente, se digitate “Stanley Catron” o “Kaye Popp” su YouTube trovate alcune interviste degli anni ’90 per Stanley (che non è più tra di noi) e dei primi ‘2000 per Kaye (che credo sia ancora viva, conto di scriverle prossimamente). E con questo vi saluto, alla prossima.

Good night and good luck!
E.M.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *